Vai ai contenuti

Menu principale:

:: DE COL ROBERTO ANGELOLOGO SENSITIVO :: Per parlare con l'angelo custode


libro


C’è un modo per vivere ed essere liberi: credere nelle cose impossibili e renderle cosi’ possibili!

Questo deve aver mosso Roberto De Col, stimato Angelologo vittoriese, a lasciare la sicurezza di un posto fisso, nonche’ una certa moralita’ comune, e dare inizio ad un’attivita’ che piu’ che un lavoro sembra quasi una “missione”.

Racconta Roberto, nel suo ultimo libro “Il non titolo”, di aver avuto all’eta’ di otto anni una visione, un fascio di luce che avvolgeva una figura femminile che gli rivelera’ poi di essere il suo Angelo custode. Da quel momento la sua vita ha una svolta, la percezione delle cose che gli accadono intorno cambia, sente una sensibilita’ diversa rispetto agli eventi ed alle persone. Coltiva il suo “dono “ fino all’eta’ adulta, quando decide, non senza difficolta’, di metterlo a disposizione degli altri. D’altra parte quando la mente si apre ad una nuova idea difficilmente riesce a tornare alla dimensione precedente.

Ha inizio cosi’ un’avventura che continua tutt’ora, fatta di gente comune che si rivolge a Lui per avere un contatto con il proprio Angelo, persone di ogni genere, mosse dai piu’ svariati motivi a cui Roberto indica una strada, da una mano a ritrovarsi, a togliersi quella corazza che forse fa evitare di soffrire ma che cosi’ evita anche di vivere. Tramite le sue potenzialita’ e con l’aiuto della tecnica del “rilassamento guidato” aiuta le persone ad aprirsi, a lasciare andare insoddisfazioni emozioni ed energie negative, a spronarle a cambiare tutto per andare avanti, a decidere cosa e chi si vuole essere; perche’ è pur vero che il destino mescola le carte della nostra vita ma è altrettanto vero che ne siamo noi i giocatori.

Spiega Roberto che il nostro Angelo ci invia continuamente dei segnali che dobbiamo imparare a cogliere, che a volte i segnali sono rappresentati dalle difficolta’ della vita perche’ purtroppo le lezioni piu’ importanti della nostra esistenza le apprendiamo dalle situazioni che non avremmo mai desiderato di vivere non da quelle che scegliamo di vivere. Accadono cose che sono per noi come delle domande, passa un minuto oppure anni ma poi la vita risponde sempre.

Una persona vera, genuina, convinto del fatto che se parli con il cuore la gente di cuore ti capira’





Le cose più belle sono quelle inaspettate, forse è banale ma vale anche per me.
Così mi ritrovo qui a scrivere un libro che parla di Angeli, di domande, di cuori,
doni o parole dette o solo percepite, una raccolta di esperienze, quesiti,
rapporti intrecciati nel mio cammino,
in anni di conferenze e incontri con le persone più diverse,
parlando con il cuore, come sono solito fare,
con umiltà e radicata convinzione
che se parlo con il cuore la gente di cuore mi capirà...



Torna ai contenuti | Torna al menu